CHARLIE e la Fabbrica di Cioccolato

CHARLIE e la Fabbrica di Cioccolato spettacolo musical

CASTING della 1a edizione italiana

Prodotto da WIZARD
Regia FEDERICO BELLONE
Direttore del casting MOIRA PIAZZA
OPEN CALL MILANO 10-11-12 MARZO 2019
CALLBACK – MILANO – 18 E 19 MARZO 2019


Disponibilità a luglio/settembre 2019 per prove.
Da ottobre 2019 per prove e recite fino ad Aprile 2020 solo su milano.
Opzione per la stagione teatrale successiva

Si cercano
Attori – attrici / cantanti in grado di ballare a seconda dei ruoli sotto descritti
Danzatori / danzatrici / attori – attrici / cantanti
Per ensemble, swing con eventuali sostituzioni dei ruoli principali.

RUOLI:
- WILLY WONKA (Età scenica: 40-49 anni).
Il sornione, trascinante, avvincente, eternamente giovane protagonista dello spettacolo.
Agile, eccentrico, e certamente “fisico”. Necessita di un’energia illimitata e allo stesso tempo di una leggerezza eterea. Dotato di un carisma assoluto che gli permette di essere sia affascinante e comico, sia magicamente misterioso e enigmatico. Bari-Tenore.
- CHARLIE BUCKET (Età scenica: 8-12 anni).
Bambino di circa 10 anni non più alto di 145 cm. Dolce, sveglio, speranzoso e adorabile. Un bambino con meravigliosa innocenza e vulnerabilità. Spontaneo e in grado di cantare benissimo con una voce pura e bianca.
- NONNO JOE (Età scenica: dai 60 anni in su)
Birichino, molto “fisico” (la danza è un plus). Nutre la fantasia di Charlie. Un nonno divertente, gentile e adorabile. Dopo anni confinato a letto, riscopre la sua energia di bambino quando Charlie trova il biglietto d’oro.
- SIGNORA BUCKET (Età scenica: 30-39 anni)
La mamma di Charlie affettuosa e dal cuore gentile. Generosa e adorabile. In grado di ballare. Con una voce pop/folk riconoscibile.
- AUGUSTUS GLUP
Basso, adulto che possa interpretare dichiaratamente un bambino di 9-12 anni. Rotondo e paffuto, ma con un’iperattivismo dilagante nonostante la sua stazza. Accento tedesco. In grado di cantare bene e con doti attoriali comiche.
- SIGNORA GLUP (Età scenica: 30-40 anni)
Mamma di Augustus. Sciocca, con accento tedesco, e “Wagneriana”. Presenza enorme con voce enorme, e con un sorriso inespressivo stampato sulla faccia. Grande cantante e comica.
- VERUCA DISALEV Bassa, adulta che possa interpretare dichiaratamente una bambina di 9-12 anni. Aggressiva e bellissima. È necessario sia un’ottima ballerina flessibile. In grado di danzare non solo “classico”. Saputella. Doti attoriali comiche e con una voce caratterista urlata. È gradito l’uso delle punte.
- SIGNOR DISALEV (Età scenica 30-40 anni)
Il papà di Veruca. Alto, bizzarro, distratto e suo malgrado spassoso. Non riesce a dire di no a nessuna delle ridicole richieste della figlia. Attore comico eccellente con una voce da baritono.
- VIOLETTA BEAUREGARD Bassa, adulta che possa interpretare dichiaratamente una bambina di 9-12 anni. Afro-americana. Fisicamente piccola ma con una grande voce pop e R&B, e in grado di ballare meravigliosamente l’hip hop. Sicura, presuntuosa e arrogante. Bravissima cantante.
- SIGNOR BEAUREGARD (Età scenica: 30-40 anni)
Il papà di Violetta. Afro-americano. Inadeguato. Non si rende conto che la figlia sia insolente e offensiva. Grande ballerino con una voce soul, pop e blues. Doti da rumorista sono benvenute.
- MIKE TIVÙ Basso, adulto che possa interpretare dichiaratamente un bambino di 9-12 anni. Un interminabile flusso di energia. Sa il fatto suo. Potente, piccolo, tremendo. Ha bisogno di una voce che “perfori l’acciaio”. Cantante. Doti acrobatiche ben accette.
- SIGNORA TIVÙ (Età scenica circa 30-40 anni)
Tipica casalinga anni ’50 che ha bisogno di anfetamine per affrontare la giornata e il suo bambino esorbitante. Inquieta, sorprendente, e suo malgrado spassosissima.
- GLI UMPA LUMPA
Soggetti nani preferibilmente con uno studio delle discipline artistiche legate al teatro musicale.
- ENSEMBLE E SWING
Bambini, cuochi, scoiattoli e Umpa Lumpa (con ruoli minori ed eventuali sostituzioni dei ruoli principali).

SCARICA il materiale per l'audizione

Tutti i candidati sono tenuti ad inviare entro il 03 febbraio 2019
una mail all’indirizzo: audizioni@wizardproductions.eu
indicando
Nome e cognome + Recapito telefonico + ruolo per la quale ci si presenta
+ 1 foto primo piano + 1 foto figura intera + Curriculum.

Se ritenuta idonea la candidatura, la produzione dello Spettacolo, entro il 10 febbraio 2019 invierà al candidato una mail indicante luogo (a Milano), giorno e orario nel quale presentarsi.

INFO AUDIZIONE:
PRIMA PROVA: CANTO

Tutti i candidati sono tenuti a preparare a memoria la/le canzone/i indicata/e per il ruolo per cui ci si intende presentare come titolare o sostituto/a. (Sarà presente un pianista accompagnatore in sede di audizione o le stesse basi contenute nei link sopra)
EVENTUALMENTE A SEGUIRE: RECITAZIONE
Tutti i candidati sono tenuti a preparare a memoria la/le scena/e per il ruolo per cui ci si intende presentare come titolare o sostituto/a. (Sarà presente una “spalla” per le scene in sede di audizione)
DANZA
Verranno insegnate delle coreografie sul posto.
Sono necessarie calzature per danza jazz, per le donne col tacco, e un abbigliamento che metta in risalto la propria corporatura.
I candidati che non si presenteranno secondo le modalità richieste non potranno partecipare all’audizione. Si avvisano i candidati che in sede di audizione verranno, eventualmente, prese le loro misure per la confezione dei costumi e che potrebbero essere effettuate delle riprese audio e video e scattate fotografie a fini interni e/o promozionali.

CHARLIE e la Fabbrica di Cioccolato spettacolo musical

ALTRE INFO sull'audizione:
La partecipazione alle audizioni è gratuita? Sì. Non sono previsti rimborsi
È necessario prenotarsi per partecipare all’audizione? Sì.
È possibile partecipare all’audizione sia per un ruolo sia per ensemble o swing? Sì.
È possibile partecipare all’audizione per più di un ruolo? No. Eventualmente i creativi dello spettacolo assegneranno più parti per una successiva fase di audizione.
È possibile presentarsi direttamente al call back se non invitati? No.
È possibile presentarsi all’audizione anche se non si ha mai danzato? Solo se ci si presenta per un ruolo che non prevede queste competenze.
È possibile presentarsi all’audizione per ensemble o swing e non sostenere la prova di canto e/o recitazione? No.
È necessario avere un’età minima per partecipare all’audizione? È necessario aver compiuto 18 anni. Non c'è limite massimo. Fanno eccezione gli interpreti per il ruolo di Charlie.
Foto e Curriculum verranno restituiti? No.
È previsto l’uso del microfono durante l’audizione? No.
È necessario preparare una coreografia per la prova di danza? No.
È possibile cantare o recitare un altro brano rispetto a quelli indicati? No.
È possibile cantare su propria base musicale o a cappella? No.
È possibile essere accompagnati al pianoforte dal proprio maestro per la prova di canto? No.
Il cast sarà scelto solo tra i candidati che si presentano alle audizioni? Sì.

La produzione si riserva comunque il diritto di chiamare altri interpreti o indire ulteriori audizioni nel momento in cui non trovasse gli interpreti richiesti all’interno dei candidati presentatisi alle audizioni.

CHARLIE e la Fabbrica di Cioccolato spettacolo musical

Spettacolo basato sull’omonima novella di ROALD DAHL
Libretto di DAVID GREIG
Musica di MARC SHAIMAN
Parole di SCOTT WITTMAN e MARC SHAIMAN
Canzoni tratte dal film del 1971
tratto dall’omonima novella LESLIE BRICUSSE e ANTHONY NEWLEY

Questa produzione è presentata grazie a un accordo
con MTI SHOWS - MUSIC THEATRE INTERNATIONAL (Europe)


Charlie and the Chocolate Factory
the Musical on Broadway 2017




CHARLIE e la Fabbrica di Cioccolato spettacolo musical

LE CANZONI
Main Title - intro medley strumentale dei brani
The Candy Man Can
Cheer Up, Charlie
(I've Got a) Golden Ticket
Pure Imagination
Oompa Loompa
The Wondrous Boat Ride/The Rowing Song
I Want It Now!
Ach, so fromm

CHARLIE e la Fabbrica di Cioccolato spettacolo musical

LA STORIA

Charlie Bucket vive con la madre e i suoi quattro nonni in una misera casupola all'ombra della fabbrica di cioccolato del grande Willy Wonka, il misterioso fabbricante di dolci che dominava l'intero mercato mondiale. Questi non esce dalla sua fabbrica da anni ed è un mistero per tutti chi siano i suoi operai.
Per difendersi dagli altri produttori di dolci che avevano tentato di rubare le sue ricette, Willy Wonka è infatti completamente sparito dalla circolazione.
Un mattino però il sig. Wonka bandisce un concorso: a cinque fortunati che troveranno dei biglietti dorati nelle tavolette di cioccolato Wonka sarà concesso di visitare la sua fabbrica e riceveranno una scorta di dolci Wonka da bastare per tutta la vita.
Tutto il mondo cade in una sfrenata caccia ai biglietti dorati, e i primi quattro vincitori sono: Augustus Gloop dalla Germania, ragazzino obeso e ingordo, Veruca Salt dall'Inghilterra, ragazzina capricciosa ed eccessivamente viziata dai genitori, Violet Beauregarde dal Montana, ragazza vanitosa e superba, campionessa masticatrice di gomme, e Mike Travis dall'Arizona, ragazzo irascibile e teledipendente.
Charlie ha ormai perso le speranze ma incredibilmente un giorno trova dei soldi per terra e comprando una tavoletta di cioccolato riesce a trovare l'ultimo biglietto dorato.
Durante il ritorno a casa però incontra il sig. Slugworth, che gli promette benessere e denaro per tutta la vita in cambio di un campione di un dolce particolare di Willy Wonka, il "Succhia Succhia che mai si consuma", una speciale caramella che nonostante rimanga in bocca non si consuma mai.
Le intenzioni di Charlie però sono buone, perciò non si fa corrompere da Slugworth, il quale (come si può notare nelle scene precedenti) aveva fatto la stessa proposta agli altri bambini.
Durante la visita alla fabbrica, tutti gli altri vincitori sono divorati dai loro stessi vizi. Augustus viene risucchiato in un tubo per il trasporto del cioccolato dopo averne bevuto a più non posso; Violet si trasforma in una specie di enorme mirtillo dopo aver provato una nuova gomma da masticare ancora imperfetta; Veruca finisce in un condotto dei rifiuti dopo che Willy Wonka rifiuta di venderle un'oca dalle uova di cioccolato e Mike prova su di sè un'invenzione del signor Wonka che consente di trasmettere oggetti reali attraverso la televisione, riducendo così la sua altezza a pochi centimetri.
Durante la visita, Willy Wonka regala anche a ciascuno dei vincitori un "Succhia Succhia che mai si consuma" a condizione che non lo mostrino a nessuno perché vuole tenere segreta la ricetta. Alla fine Willy Wonka si arrabbia molto anche con Charlie e suo nonno e vuole escludere anche loro dal concorso per aver violato il divieto di bere nascostamente una speciale bibita gassata col potere di far volare; quando, però, Charlie restituisce a Wonka il Succhia Succhia mostrando di accettare la punizione, egli rimane colpito dalla sua onestà e rivela che Slugworth è un suo collaboratore a cui aveva chiesto di corrompere i vincitori dei biglietti d'oro per mettere alla prova la loro onestà.
Lo scopo del concorso era infatti quello di trovare un ragazzo buono e onesto a cui Willy Wonka avrebbe lasciato in eredità la sua fabbrica.
Charlie viene quindi invitato a trasferirsi nella fabbrica di cioccolato, con la sua famiglia e a diventare il suo successore.


CHARLIE e la Fabbrica di Cioccolato spettacolo musical


CHARLIE e la Fabbrica di Cioccolato spettacolo musical


WILLY WONKA il film

"Willy Wonka & the Chocolate Factory" è un film del 1971 diretto dal regista Mel Stuart
in cui protagonista fu il memorabile Gene Wilder.
Oggi questa versione è definita un "cult movie" per diverse generazioni di spettatori.

CHARLIE e la Fabbrica di Cioccolato spettacolo musical




La fabbrica di cioccolato, il film

"Charlie and the Chocolate Factory" è una nuova versione 2005 del precedente, ora magistralmente diretto da Tim Burton ed ha come interprete principale Johnny Depp.

CHARLIE e la Fabbrica di Cioccolato spettacolo musical