David Parsons & Parsons Dance




DANCERS:
SARAH BRAVERMAN - CHRISTINA ILISIJE
IAN SPRING - ELENA D'AMARIO
JASON MACDONALD - GEENA PACAREU
OMAR ROMÁN DE JESÚS - EOGHAN DILLON

Artistic Director: DAVID PARSONS
General Manager: REBECCA JOSUE
Resident Lighting Designer: HOWELL BINKLEY

Tornano in Italia a grande richiesta gli atletici ed energici ballerini della Parsons Dance per una nuova spettacolare tournèe italiana. Al fianco del leggendario e richiestissimo "Caught", alcuni brani inediti per il pubblico italiano e coreografie originali tratti dal grande repertorio della storica compagnia americana.


DAVID PARSONS DANCE


DAVID PARSONS COMPANY


Video: Intervista a Elena D'Amario
Prima Ballerina della Parsons Dance Company




ELENA D'AMARIO

Nel cast torna ELENA D'AMARIO, giovane artista italiana proveniente della trasmissione "Amici di Maria De Filippi" che grazie al programma tv, Elena ha potuto frequentare a New York uno stage con la compagnia per poi divenirne membro ufficiale nell'agosto del 2011. Nel tour italiano 2015 Elena avral'onore di interpretare (alternativamente a Ian Spring) "Caught", il popolare e incredibile brano che David Parsons creo per se stesso nel 1982. Un onore toccato solo ad altre due donne prima di lei.
L' esibizione (21 gennaio 2015) al Joyce Theatre di New York ha raccolto nuovamente ampi consensi di pubblico e critica. La danza della Parsons Dance e stata esaltata dal New York Times che ha anche definito la superstrong Elena D'Amario "the company's most distinctive, eye-catching dancer".


DAVID PARSONS



DAVID PARSONS DANCE


balletto danza dvd

PARSONS DANCE COMPANY
Spettacolo in DVD

Un grande artista da cui prendere ispirazione. Un ottimo spettacolo da guardare e collezionare. Una prestigiosa compagnia da cui apprendere il talento.
Tutto questo e tanto altro nello spettacolo che troverete in questo DVD! Durata: 117 minuti
Acquistabile subito on line







DAVID PARSONS DANCE


DAVID PARSONS COMPANY


"La Danza moderna puo essere molte cose: intensa, sorprendente, emozionale, magnifica, brutta o noiosa, tutto quello che puo venire in mente. Spesso, pero, non e divertente. Tranne quando il coreografo e David Parsons."
Observer Tribune


La Parsons Dance - fondata nel 1985 da David Parsons e dal light designer Howell Binkley - e tra le poche compagnie che, oltre ad essersi affermate sulla scena internazionale con successo sempre rinnovato, siano riuscite a lasciare un segno nell'immaginario teatrale collettivo e a creare coreografie divenute veri e propri "cult" della danza mondiale.

Dagli anni Ottanta David Parsons, vera e propria icona della Post Modern Dance statunitense, intrattiene il pubblico di tutto il mondo con una danza piena di energia e positivita, acrobatica e comunicativa al tempo stesso.
La Parsons Dance - fondata nel 1987 da David Parsons e dal light designer Howell Binkley - e tra le poche Compagnie che, oltre ad essersi affermate sulla scena internazionale con successo sempre rinnovato, siano riuscite a lasciare un segno nell'immaginario teatrale collettivo e a creare coreografie divenute veri e propri "cult" della danza mondiale.

Sin dagli esordi, l'alta preparazione atletica degli interpreti e la grande capacitadel fondatore di dare anima alla tecnica sono state gli elementi distintivi della compagnia.
Come ha scritto il New York Times, "I ballerini vengono scelti per il loro virtuosismo, energia e sex appeal, attaccano il pubblico come un ciclone, una vera forza della natura".

Le creazioni di Parsons, prima fra tutte la celeberrima "Caught" del 1982, portano il segno di una straordinaria teatralita e di un lavoro fisico che si trasforma in virtuosismo e leggerezza.
È una danza solare, che diverte in quanto espressione di gioia, capace di trasmettere emozioni semplici e dirette, quindi estremamente accessibile al grande pubblico. Le performance della compagnia sono esaltate con fantasia e immaginazione dal light designer Howell Binkley, mentre tra le collaborazioni eccellenti figura Luca Missoni che ha firmato i costumi di molti pezzi.

La compagnia vanta un vasto repertorio di coreografie originali. Le musiche spaziano da Rossini e Mozart al jazz di Phil Woods e Miles Davis, dal leggendario musicista brasiliano Milton Nascimento a Robert Fripp, chitarrista e fondatore dello storico gruppo rock inglese King Crimson; dalla popolare musica della Dave Matthews Band alle celeberrime hit degli Earth, Wind & Fire.


DAVID PARSONS COMPANY


DAVID PARSONS COMPANY





Oggi, David Parsons, può essere considerato uno dei massimi esponenti della post-modern dance americana. Originario di Rockford (Illinois) e cresciuto a Kansas City ebbe come primi maestri Cliff Kirwin e Paul Chambers, allievi di Hanya Holm. Nel 1978 Parsons entrò a far parte della compagnia di Paul Taylor.

La lezione del maestro fu essenziale per la sua crescita creativa ma Parsons riuscì ben presto a conquistare un suo stile, una personale mescolanza di fisicità, umorismo e tecnologia, cui hanno contribuito anche le esperienze con I Pilobolus, Momix e il White Oak Dance Project fondato da Mikhail Baryshnikov.
Il desiderio di creatività, di sperimentazione tra danza, musica e luci hanno spinto Parsons a fondare la propria compagnia, improntata all’idea che un lavoro di valore debba in ogni modo essere comunicabile, accessibile al pubblico.

Essendo la danza parte della vita, lo spunto per un ballerino può nascere da qualsiasi cosa: una musica, un’immagine; una volta scattata l’ispirazione, Parsons segue quasi sempre il medesimo iter: Prima di tutto mette per iscritto le idee, segue la scelta della musica, quindi distribuisce gli interpreti all’interno della coreografia. Iniziando col vocabolario dei danzatori e lavorando sul linguaggio del movimento, prende la pièce ancora informe e la elabora fino a che tutti riescono a comprendere che cosa vuole dire e in qual modo.


DAVID PARSONS COMPANY









David Parsons utilizza per le sue coreografie musica sia classica sia contemporanea, appositamente commissionata. La sua preferenza, comunque, va a quest’ultima, con una particolare predilezione per il jazz:”Credo che il jazz e la danza contemporanea abbiano molto in comune a partire dalla stessa ricerca della libertà che viene raggiunta attraverso il lavoro di gruppo. In questo senso potrei dire che il coreografo è un po’ come il solista che pone le basi per un’improvvisazione. Anche nella nostra danza, come nel jazz, gli interpreti fanno qualcosa di molto simile ad una jam session”.

Come direttore artistico della Parsons Dance Company, David Parsons ha creato più di 60 coreografie di cui almeno una ventina gli sono state commissionate da grandi nomi quali Jacob Pillow Dance Festival, il Festival di Spoleto, Umbria Jazz Festival, Krannert Center for the Performing Arts, National Arts Centre di Ottawa, Het Muziektheater e l’American Dance Festival. Oltre a ciò, ha creato nuovi pezzi per la Paul Taylor Dance Company, l’American Ballet Theater, il New York City Ballet, il National Ballet of Canada ed altri.

Lunga è la lista di compagnie di danza che hanno messo in scena sue coreografie: Opera di Parigi, Netherlands Dance Theater, English National Ballet, Ballet National de Nancy, Hubbard Street Dance di Chicago, BatSheva Dance Company of Israel. Molti lavori di David Parsons sono stati trasmessi in televisione nell’ambito di numerosi e vari programmi, valga per tutti l’apparizione sulla televisione americana di “Caught”, il pezzo più famoso del coreografo, durante il programma “Alive from Off Center”.

David Parsons ha coreografato e diretto le danze per la Festa a Time Square per il Nuovo Millennio. Ha inoltre ricevuto il premio di “Dance Magazine” per l’anno 2000.
Durante il 2001 David Parsons è stato direttore e coreografo di AEROS, uno spettacolo con protagonisti alcuni ginnasti della Federazione Rumena di Ginnastica artistica e aerobica. Lo spettacolo è stato in tournée negli Stati Uniti dal 2001 al 2003.