Tutte le donne di Bob
 

23 Giugno 2009
Recensione di Nancy Ciccarelli



Spettacolo vero, divertente, vivo, emozionante.
Sono cinque le donne di Bob, numero simbolico che rappresenta quella sfera femminile di cui gli uomini amano vantarsi con gli amici per dimostrare quanto un uomo possa essere capace di sedurre.

Cesare Vangeli, direttore e fondatore del LIM, Laboratorio Ials Musical, ha presentato martedi 23 Giugno, curandone la regia coadiuvato da Cinzia Alitto, “Tutte le donne di Bob” una commedia musicale brillante, al Teatro dell’Angelo di Roma.

Molte sono gli artisti che hanno frequentato questa nota scuola di musical che si trova all’interno dello IALS a Roma, dove gli allievi apprendono ed affinano diverse discipline artistiche quali il canto, la dizione, la danza e la recitazione.

Alice Albertelli, Anna Carbotti, Carolina De Gregorio, Marilina Lippolis ed Elena Paparusso, cantanti ed attrici, si esibiscono sul palco tra battute pungenti e brevi ma armoniose coreografie; loro sono le donne di Bob, unico attore uomo, interpretato da Gennaro Cataldo, alle quali fa credere nell’amore conquistandole con furbizia, anche travestendosi da donna e frequentando lo stesso centro benessere, ma alla fine si ritrova solo e, dopo essere uscito allo scoperto dalla maschera che indossava per piacere a tutte, da tutte umiliato, muore tragicamente.

La morale è che ogni donna per amore sarebbe disposta a qualsiasi tipo di compromesso anche svolgendo azioni di cui poi se ne potrebbe pentire.

Originale la partecipazione dei musicisti, i quali con strumenti dal vivo sul palco, hanno accompagnato tutta la commedia: Emiliano Begni al pianoforte, Lucio Villani al contrabbasso e Stefano Ciuffi alla chitarra.Tra il pubblico ad assistere allo spettacolo c’erano anche Fabrizio Angelini ed Enzo Garinei.

Tutte le donne di Bob