PINA BAUSCH

"PINA" film dedicato alla carriera di PINA BAUSCH

"Pina 3D" di Wim Wenders è un progetto cinematografico ideato (e non termintato) dalla stessa Bauch che ora è finalmente disponibile e distribuito. Film-documentario dedicato a Pina Bausch, una delle più importanti coreografe e danzatrici sullo scenario internazionale, e che rivoluzionò, a partire dagli anni Settanta, la danza contemporanea, fondendola con il gesto teatrale e l'uso della parola con la nascita del "teatro-danza" (tanztheater). Portando tre ballerini della Tanztheater Wuppertal a volteggiare in location industriali e naturali, Wim Wenders trascina i corpi fuori dallo schermo, in un mix sensuale di emozioni ed energia.
Acquista questo film direttamente on line




PINA BAUSCH

Pina Bausch è una coreografa di fama mondiale. Le sue creazioni trasformano il linguaggio della danza, offrendo un’esperienza senza eguali. L’acclamato regista tedesco Wim Wenders (Il cielo sopra Berlino, The Buena Vista Social Club) presenta un rivoluzionario 3D, un lungometraggio sul teatrodanza, che cattura l’estetica del lavoro della Bauch in modo unico. Il mondo della coreografa tedesca viene fedelmente interpretato dalla sua compagnia di balletto il Tanztheater di Wuppertal.
Pina 3D, una festa per i sensi che si preannuncia come l’evento cinematografico dell’anno.


Philippine Bausch detta Pina è stata una coreografa tra le più importanti e note coreografe contemporanee a livello mondiale.
La Bausch ha diretto dal 1973 il Tanztheater Wuppertal Pina Bausch, con sede a Wuppertal, in Germania. Il suo nome è legato al termine Tanztheater (teatro-danza), adottato negli anni '70 da alcuni coreografi tedeschi - tra cui la stessa Bausch - per indicare un preciso progetto artistico che intende differenziarsi dal balletto e dalla danza moderna e che include elementi recitativi, come l'uso del gesto teatrale e della parola.

Video: Intervista/Special su Pina Bausch




I suoi spettacoli riscuotono fin da principio un indiscusso successo, accumulando riconoscimenti in tutto il mondo. I primi lavori sono ispirati a capolavori artistici, letterari e teatrali. Con Café Müller (1978), il suo spettacolo più celebre, composto sulle musiche di Henry Purcell, si assiste ad una svolta decisiva nello stile e nei contenuti. Mentre le prime opere sono animate da una dura critica alla società consumistica e ai suoi valori, le opere più mature approfondiscono sia il contrasto uomo-società, sia la visione intima della coreografa e dei suoi danzatori, che sono chiamati direttamente ad esprimere le proprie personali interpretazioni dei sentimenti. La novità del suo lavoro non consiste tanto nell'invenzione di nuove forme e nuovi gesti, da riprodurre uguali a se stessi, quanto nell'interpretazione personale della forma che si vuole rappresentare.

Un altro elemento di novità è costituito dall'interazione tra i danzatori e la molteplicità di materiali scenici di derivazione strettamente teatrale - come le sedie del Café Müller - che la Bausch inserisce nelle sue composizioni.

Nel 2009 è impegnata in un progetto cinematografico in 3D di Wim Wenders che s'interrompe in seguito alla sua morte improvvisa.
Il film-documentario "Pina", lungometraggio dedicato al teatro danza, sarà successivamente portato a termine da Wenders e presentato al 61° Festival di Berlino nel 2011.
Pina Bausch muore di cancro il 30 giugno 2009 all'età di 68 anni.


PINA BAUSCH


Video: "Lilies of the valley" by Pina Bausch




PINA BAUSCH


Video: "Dead Can Dance" by Pina Bausch




Video: "Le Sacre Du Printemps" by Pina Bausch




Pina Bausch: le sue Opere




Articoli consigliati:

> TRISCHA BROWN e la Danza Contemporanea

> MARTA GRAHAM e la Danza Moderna