Davide Dato
 

Rubrica "Le Stelle di ANTONIO DESIDERIO"

Davide Dato è un giovane ballerino ma già molto talentuoso.
Ha solo 18 anni ma già lavora a Vienna come Danzatore professionista. Antonio lo ha intervistato per farvi conoscere questa giovane Stella promettente.

I N T E R V I S T A
Febbraio 2009

> Come è cominciata la tua passione per la danza?
La mia passione per la danza è iniziata circa a 4 anni, quando sentendo
la musica cominciavo a muovermi seguendone il ritmo.
Ho chiesto ai miei genitori di iscrivermi in una scuola di danza.
La mia passione è nata spontaneamente e loro l'hanno sempre assecondata; mi hanno aiutato in modo tale da permettermi di realizzare tutto ciò che ho ottenuto fino ad oggi.

> In quali scuole hai studiato?
Ho iniziato a studiare in una scuola della mia città (Biella) che mi ha dato le basi per vari stili (compreso il ballo di coppia) che ho intrapreso con mia sorella Greta, anche lei ballerina.
Poi ho deciso di guardarmi un po' intorno perchè la mia città non poteva darmi di più. Ho proseguito così per due anni alla scuola M.A.S. di Milano, studiando quotidianamente danza classica con il
Maestro Ludmill Cakalli.
Questa preparazione mi ha permesso di essere pronto per tentare audizioni in prestigiose scuole internazionali.
Vengo così accettato alla Accademia Rudra Bejard di Losanna (dopo una dura selezione) e ricordo ancora adesso l'emozione che ho provato quando il grande coreografo Maurice Bejart mi ha comunicato l'esito
positivo. Pochi giorni dopo una telefonata da Vienna mi comunica l'ammissione al settimo corso (con borsa di studio) alla scuola di ballo dell' Opera di Stato di Vienna. Così ho proseguito i miei studi a Vienna diplomandomi con il massimo dei voti nel 2008.
Nello stesso periodo sono riuscito anche a proseguire i miei studi al liceo (che terminerò nel giugno 2009).

> Da quanto tempo sei a Vienna?
Sono a Vienna da 3 anni, anni che mi hanno dato tanto e fatto crescere
molto. Ho avuto l'opportunità di lavorare con grandi maestri, con la compagnia dell' Opera di Stato e nello stesso tempo di frequentare il liceo imparando così anche una nuova lingua: il tedesco.

> Quale repertorio hai affrontato e per quale ti senti più portato?
Certamente non posso vantare di aver ballato un grande repertorio poichè sono appena diciottenne.
Ho però avuto enormi soddisfazioni in quanto ho preso parte agli spettacoli della compagnia durante il periodo nella scuola e
certamente anche quest' anno sotto contratto da apprendista con la
compagnia dell'Opera.
Negli spettacoli annuali di fine anno con la scuola di ballo che si sono tenuti all' Opera di Stato ho ballato Albrecht in Giselle, Harlequin in Harlequin pas de deux, Le Corsaire, assolo in Lieder ohne Worte di Hans van Manen, Eljen di Renato Zanella, assolo in Troy Game di Robert North, Danza Napoletana dal lago dei cigni di Harangozà, l'assolo di Les Bourgeois di Ben Van Cauwenber, ho presentato variazioni da Infiorata a Genzano, Raymonda, Grand pas Classique in vari concorsi internazionali, ho inoltre ricevuto parti con la compagnia in: Die Puppenfee, Platzkonzert, Il lago dei cigni e la possibilità di esibirmi in vari galà e festival in Italia, Austria, Slovacchia, e Ungheria.
ll mio primo grande ruolo solistico con la compagnia è stato Geselle nella Coppelia di Gyula Harangoza che ho ricevuto all' ottavo corso.
Ho poi ballato Il Pas de Trois nello Schiaccianoci sempre di Harangoza, il corrente direttore dell' Opera di Stato di Vienna.
Quest anno ho avuto la possibilità di imparare Bratfisch in Mayerling di Mac Millan, L' idolo d'oro nella Bayadere di Vladimir Malakhov, l'Opernball 2009, il famoso ballo dell' Opera, e il solista nei
camerieri di "Il pipistrello" di Roland Petit.
A dicembre ho ballato Roboter nell'atto 1 di Schiaccianoci cor. Harangoza alla Volksoper di Vienna.
Ma il mio ruolo da Protagonista vero e proprio è stato quest' anno a gennaio, nel ruolo di Moritz, in Max und Moritz, commedia di balletto basata sulla storia di Wilhelm Busch, coreografia di Ferenc Barbay e Michael Kropf su musiche di Giacomo Rossini.
E' stata un emozione bellissima debuttare come protagonista di
un balletto in una tale compagnia e sicuramente una grande responsabilità data la mia giovane età.

> Quali progetti hai già realizzato?
I miei più importanti traguardi sono stati:
la medaglia di bronzo alla Vienna International Ballet Competition A-TR Contest 2007, e il titolo di Hope of the ballet World e il Grinko Price.
Un'altra bellissima esperienza è stata il concorso internazionale di danza Premio Roma nel giugno 2008, dove ho vinto la medaglia d'argento. Ho poi partecipato al "Concorso Internazionale giovani
talenti Fondazione Teatro Nuovo di Torino" nel luglio 2008 dove ho vinto il 1° premio assoluto e l' Orso d'oro.
A settembre, alla 1st Istanbul International Ballet Competition tenutosi ad Istanbul ho avuto la gioia di vincere il 1° premio e la medaglia d'oro. Sicuramente tra i miei progetti più importanti c'è anche la partecipazione come ospite a Novembre al Teatro Filarmonico di Verona, danzando al Galà di danza Notte di Stelle organizzato dalla fondazione Arena di Verona.

> Quale è il ruolo che ami maggiormente?
Non ho un ruolo preferito, sono aperto a tutto; mi piace sperimentare e scoprire cose nuove. Ho visto negli ultimi tempi delle creazioni moderne molto interessanti che in futuro mi piacerebbe ballare.

> Quali progetti hai per il futuro?
La maturità a Giugno in tedesco, che sarà molto difficile per la lingua;
spero di farcela!
Per quanto riguarda la danza, nel mio immediato ho ottenuto il contratto per l' anno 2009/10 da ballerino fisso con la compagnia dell'Opera
di Stato di Vienna; per il resto ... si vedrà !!!

Davide Dato

 

 

 

Davide Dato

 

 

 

Davide Dato

 

 

 

Davide Dato