Tango
Lezioni di ballo, Tango




Dall'Argentina,
sezione speciale a cura di Giulia Jannelli


L’origine del tango, un fenomeno culturale che comprende il ballo, la musica, la canzone e la poesia, è tanto affascinate quanto leggendaria.

Origine del nome
Così come incerta è la sua origine, leggendaria è anche l’origine del nome. Tra le varie ipotesi sembra che il termine indicasse il porto dell’Africa dove i trafficanti raccoglievano gli schiavi, altri lo fanno risalire alla deformazione del termine “tambor” (tamburo) da parte dei neri che la pronunciavano “tangò”. 

Il filologo Ricardo Rodríguez, grazie allo studio delle lingue degli schiavi portati in Argentina, afferma che la maggior parte proveniva dalle regioni degli attuali Congo, golfo di Guinea e sud del Sudan. 
Per queste popolazioni la parola tangó significava ‘spazio chiuso’, ‘circulo’ e ‘qualsiasi spazio privato nel quale per entrare bisognava chiedere permesso’. E la stessa parola tangó indicava per i negrieri spagnoli lo spazio in cui venivano rinchiusi gli schiavi e il posto dove venivano venduti.

La mancanza di documentazione a riguardo non permette una risposta definitiva ma appaiono chiare le radice nere di questo fenomeno.
Tango



Tango









danza classica Diventa il nostro INVIATO SPECIALE!
Hai assistito a uno spettacolo interessante? Vuoi dirci se ti è piaciuto?
RACCONTALO alla nostra redazione!
Scrivi una recensione dello spettacolo che hai visto. Scrivici le tue impressioni e la Redazione di DanzaDance, se riterrà il tuo articolo idoneo e interessante, lo pubblicherà riportando anche il tuo nome (firma dell'articolo).
La tua opinione per noi è sempre molto importante!