Tango Dall'Argentina,
sezione speciale a cura di
Giulia Jannelli

Iniziare a ballare il Tango

Due sono i modi in cui si può imparare a ballare tango, in realtà complementari: nelle scuole di danza e nei locali da ballo. Passare direttamente ai locali da ballo permette di affrontare la grande sfida di riuscire a ballare misurando il proprio spazio per non invadere quello delle altre coppie di ballerini e di stringere rapporti con un gruppo che condivide la stessa passione. La musica stessa è sempre calibrata su un volume che permetta ai ballerini di scambiarsi qualche parola durante il ballo.
Uno degli aspetti più affascinanti è dato dal codice non scritto di regole che si sono andate imponendo con il tempo. Tra queste la norma dei «tre tanghi»: quando un uomo invita una donna a ballare (non dovrebbe mai accadere il contrario), eseguiranno assieme almeno tre balli. Se uno dei due decide di ritirarsi prima significa che non gradisce la compagnia, ed è considerato un comportamento altamente offensivo. Ballare quattro brani significa che si apprezza il partner ballerino. Un'altra regola, si chiama «cortina» ed è affidata al Musicalizador, che è il dj dei tanghèri: ogni quattro brani di tango viene inserito un pezzo di un altro genere musicale, cosìcché le coppie si possono sciogliere. Se le fanciulle desiderano essere invitate a ballare, è opportuno che posizionino le loro sedie a bordo pista e facciano capire con lo sguardo che sono disponibili a ballare, una volta che l’uomo le abbia invitate con el “cabeceo”(movimento della testa dal basso verso l’alto). E' buona norma, inoltre, che gli uomini invitino a ballare le nuove arrivate.
Per arrivare a ballare servono una decina di lezioni, che si possono effettuare in un paio di mesi.

Hai una scuola di Tango?
Fai conoscere subito la tua scuola!



Torna in homepage TANGO



Tango

Tango
Le origini del Tango
L’unico aspetto che trova tutti d’accordo, sta nel suo luogo di nascita, unanimamente riconosciuto nella Buenos Aires della fine ‘800, una città in forte espansione, che sperimentava una sorprendente crescita demografica. ( continua )
Il Ballo!
Fino a metá del XX secolo veniva ballato indistintamente nei cabarets di lusso, nelle milonghe e nei club dei quartieri di Buenos Aires e Montevideo. Questo venne poi chiamato Milonghera; i ballerini sono molto vicini tra di loro e ballano molto attaccati . ( continua )
La musica
Musicalmente il tango si può considerare un parente dell’habanera cubana e figlio del trambusto mercantile tra i porti di lingua spagnola dell’Havana e di Buenos Aires. All'inizio veniva interpretato da gruppi che disponevano solo di flauto, violino e chitarra. ( continua )
Iniziare a Ballare!
Due sono i modi in cui si può imparare a ballare tango: nelle scuole di danza e nei locali da ballo. Passare direttamente ai locali da ballo permette di affrontare la grande sfida di riuscire a ballare misurando il proprio spazio con le altre coppie di ballerini. ( continua )