RAFFAELLA CARRA'
la Regina della TV italiana

VIDEO: i suoi successi


Raffaella Carrà Regina della TV italiana

Ecco perchè
la Carrà sarà indimenticabile

Articolo di IRENE ROMANO

Il 5 luglio 2021 abbiamo perso la Regina/Icona della TV italiana.
Sì, la Carrà lo era davvero.
I diciottenni di oggi fanno sicuramente fatica a capire perchè la Carrà sia stata così importante. E' quindi doveroso ricordare il valore dato da questa grande Artista allo Show Business italiano.

Se Madonna ha rivoluzionato il ruolo delle donne nel mondo della musica Pop mondiale, la Carrà ha evoluto il ruolo delle donne nella TV italiana: attrice, cantante, ballerina, conduttrice, autrice, produttrice e talent-scout.

Il suo sogno da bambina era quello di diventare una coreografa di Danza Classica ma il suo destino sarebbe stato ben diverso.
Raffaella fu la prima vera Show Girl italiana, artisticamente completa, del "piccolo schermo" italiano ed internazionale.

Seppe fare la differenza fin dall'inizio: sapeva dare luce, brillantezza e colore con le sue esibizioni persino quando la TV era ancora solamente in bianco e nero!

Raffaella Carrà Regina della TV italiana

Non si accontentò mai di ruoli secondari di Soubrette o di "valletta" (in un momento storico in cui le donne avevano raramente ruoli protagonisti).

Fu la prima, con il proprio corpo, a dimostrare che le donne potevano pretendere la propria voglia di Libertà: un ombelico che scandalizzò e fece la rivoluzione della TV italiana!
Magliette corte, trasparenze, body sgambati e costumi vistosi. Tutto questo ma mai volgarità!

Divenne, in modo inconsapevole, Icona Gay e simbolo di amore libero senza pregiudizi (la canzone "Luca", che parla di un ragazzo Gay, è del 1978 !!!).

Oggi, in epoca di YouTube e Spotify, facciamo fatica ad immaginare che delle sigle di programmi TV possano diventare Hit discografiche "riempi-pista", che vendano milioni di dischi in tutto il mondo e realizzate in lingue diverse. Eppure lei lo fece.
Ed inoltre non dimentichiamo le sue esibizioni per pubblici adoranti su palchi di tutto il mondo.

Dicendo tutto questo ho fatto solo un veloce e breve riassunto di una lunghissima carriera internazionale, iniziata nel 1952 a soli 8 anni.
Terminò nel 2020 come Special Guest in un film prodotto in Spagna (altro paese che l'ha amata e fatta lavorare per molti anni) in cui erano protagoniste LE SUE CANZONI.

E non dimentichiamo che
la parola "carrambata" è entrata a far parte del dizionario della lingua italiana!

Quindi ora, cari diciottenni,
la mitica Raffa, potreste forse definirla solo una "conduttrice televisiva" ?!?

GRAZIE RAFFAELLA,
non ti dimenticheremo!


Raffaella Carrà Regina della TV italiana

Raffaella Carrà
e la rivoluzione dello sfarzo

Articolo di
COSTANTINO DELLA GHERARDESCA
per Fanpage


Raffaella Carrà Regina della TV italiana

"A far l’amore comincia tu", inno avanguardista suonato anche nei locali londinesi al grido di “Do It Do It Again”, è stata ballata dai body artist e opinion maker più sofisticati e influenti del Ventesimo secolo:
La parola inglese “pageantry”, quella che meglio definisce l’arte di Raffaella Carrà, in italiano viene tradotta in modo indubbiamente riduttivo come “sfarzo”.

Siamo in una nazione in cui i conduttori televisivi considerati più bravi sono quelli che meglio riescono a convincere il pubblico di essere modesti: persone ordinarie vicine al Paese reale. (...)
Ciononostante, Raffaella aveva anche qualcosa in più, oltre ai costumi di Sabatelli e un'ineguagliabile naturalezza davanti alle telecamere, la nostra leggendaria icona aveva qualcosa che identificherei come una visione limpida, liberale e aperta del mondo dello spettacolo.

Raffaella Carrà ha sempre portato avanti lo showbusiness nella sua forma più pura: quella dove regna la liberazione sessuale, la fastosità, il divertimento e un sano e necessario distacco dalla realtà.

Oltre a essere stata amata da tutti gli italiani (...) Raffaella con la sua arte onesta e rallegrante è riuscita a raggiungere luoghi inauditi per una stella italiana: certo, il Sudamerica, ma anche locali avanguardisti di Londra dove “Do It Do It Again”, la versione inglese di “A Far l’Amore Comincia Tu”, è stata ballata dai body artist e dagli opinion maker più sofisticati e influenti del Ventesimo secolo.

Raffaella Carrà è unica e irripetibile:
la sua bellezza, il suo sorriso e il suo talento hanno incantato i telespettatori che si sono uniti per decenni davanti al “pageantry”.

Adesso abbiamo il dovere di non sottovalutare più lo sfarzoso e l’irreale: Raffaella ci ha lasciato in silenzio, da grandissima Signora, ma solo dopo averci dimostrato meglio di chiunque altro la forza dello spettacolo.




Raffaella Carrà Regina della TV italiana











I SUOI SUCCESSI


1970 - Ma che musica maestro




1971 - Chissà se va





1971 - Tuca tuca




1973 - Maga maghella




1974 - Felicità, tà, tà




1974 - Rumore




1975 - 03 03 456 (ex 53 53 456)




1976 - Forte forte forte




1976 - A far l'amore comincia tu




1977 - Fiesta




1977 - Tanti auguri




1978 - Luca




1979 - E salutala per me




1980 - Pedro




1980 - Io non vivo senza te




1982 - Ballo ballo




1983 - Fatalità




1984 - Que dolor




1985 - Fidati!




1985 - Bacio




1985 - Tele-telefonarti




1988 - 1, 2, 3, Dancing




1990 - Ballando soca dance




2014 - Fun Fun Fun & Cha Cha Ciao




Inoltre ...

ESORDIO TELEVISIVO nel 1969
intervistata da Renzo Arbore




Raffaella Carrà e Adriano Celentano
in "Prisencolinensinainciusol"




Tiziano Ferro - e Raffaella è mia




Bob Sinclar - Far l'Amore




Link consigliati:

tutto su CARLA FRACCI

tutto su RUDOLF NUREYEV

tutto su ROBERTO BOLLE

tutto su ALICIA ALONSO

tutto su SVETLANA ZAKHAROVA